Ciao Ciao Italia, vado a vivere in Brasile

“Ciao Ciao Italia, vado a vivere in Brasile: istruzioni e suggerimenti dai nuovi emigranti di successo” è il secondo libro (dopo Operazione Fräulein: Come sposarsi e vivere felici. Dall’Italia al Brasile con Passione) scritto da Antonio Oteri e Vincenzo Russo, due italiani che già da alcuni anni vivono in Brasile.

copertina libro ciao ciao italia, vado a vivere in brasile

Edito da NettunoLab e con la prefazione di Marco Leone, console aggiunto d´Italia a San Paolo, “Ciao Ciao Italia” (in vendita su Amazon e Ibs) è un manuale di sopravvivenza per gli italiani che sognano o hanno in programma di trasferirsi a vivere in Brasile. Scritto con uno stile asciutto, obiettivo e chiaro, Antonio Oteri, manager visionario, e Vincenzo Russo, scrittore, scattano una fotografia del Brasile attuale, fornendo informazioni sul panorama economico, sociale e politico.

Il tutto affrontato in maniera pragmatica, fornendo dati e statistiche. Ma soprattutto informazioni essenziali per chi vorrebbe lasciare il Belpaese per lanciarsi alla ricerca di fortuna oltreoceano. Oteri e Russo sfatano molti miti sulla società brasiliana, mettono in guardia dai rischi di fare impresa e spiegano l´importanza del networking, come mezzo per inserirsi nel mercato del lavoro brasiliano.

Per raccontare le varie facce del gigante sudamericano, gli autori hanno intervistato 40 italiani da anni radicati in diverse città del Brasile, ognuno emigrato per una ragione e con differenti obiettivi. In maniera organica rispondono ad un´infinità di quesiti, dipanando molti dubbi che professionisti di ogni genere, studenti, imprenditori sollevano quotidianamente sul gruppo di LinkedIn “Italians doing Business in Brazil”, fondato nel 2008 dallo stesso Oteri.

Gli intervistati, spesso riportati in forma anonima, non hanno nessuna remora nel raccontare in maniera obiettiva e critica un Paese che, anche se nella maggior parte dei casi li ha accolti a braccia aperte, è molto diverso dall´Italia.

Accanto ai pro e ai contro di un cambio radicale di vita, Oteri e Russo forniscono anche un compendio utilissimo per quanto riguarda molti aspetti pratici della vita in Brasile: dal sistema fiscale (con l´elenco di tutte le  tasse brasiliane) a come costituire una società, da come redigere un curriculum e una lettera di presentazione in portoghese all´elenco dei principali siti di recruitment.

Elencano le principali difficoltà dell´attuale legislazione brasiliana per l´assunzione di stranieri, e dimostrano una grande conoscenza del mercato del lavoro e delle sue opportunità. Molti lettori si ritroveranno nelle esperienze di vita degli italiani intervistati, condivideranno gli stessi dubbi e le stesse paure, ma soprattutto troveranno molte risposte che li aiuteranno a prendere la decisione migliore.

Un  libro fondamentale, data anche la scarsità di informazioni sul tema, da leggere in un fiato (288 pagine) per non partire allo sbaraglio e per conoscere dall´interno un Paese grande, complicato e contraddittorio come il Brasile.

One thought on “Ciao Ciao Italia, vado a vivere in Brasile

  1. Ciao, a breve io e mia moglie resteremo 2 mesi a Vitoria per adottare ns figlio.
    Vi chiedo qualche consiglio pratico, per organizzarci al meglio, magari qualche contatto di italiani, zona residenziale dove affittare casa, etc etc… Grazie
    G

Comments are closed.